La storia di Chiara

Sono nata in provincia di Bergamo il 3 agosto 1987, arrivata alla luce in una calda serata d’estate dopo tanta attesa di mamma, papà e due fratelli che non vedevano l’ora di conoscermi! Cresco e vivo a Cassano d’Adda (MI), gli anni trascorrono veloci e quella che era una bambina presto diventa un’adolescente. Dopo aver terminato il Liceo Artistico, indirizzo Architettura, prendo una mia importante decisione sul futuro perché sento che quello che sto facendo, seppur con ottimi risultati, non rispecchia i miei bisogni e i miei desideri. La mia sensibilità, la mia discrezione, il modo naturale ed empatico con cui amo ascoltarei racconti di vita delle persone e la curiosità di capire come funziona la mente umana mi spingono fortemente verso tutt’altra direzione.
Chiara e l'amore per la montagnaMi iscrivo a Scienze e Tecniche Psicologiche colma di aspettative, per pochissimi posti non passo il test d’ingresso ma il destino vuole che dopo alcuni giorni io venga ripescata: che gioia infinita! L’esperienza universitaria procede bene quando nel 2007 arriva nella mia vita una malattia di nome Vulvodinia. Chiara Robustellini e l'amore per la vitaHo scoperto si trattasse di questa patologia solo dopo quattro anni, il tempo che ci è voluto per avere una diagnosi. Di fronte a molti medici mi son sentita dire che probabilmente la malattia era solamente nella mia testa. È stato molto difficile essere creduta pazza, provando nel frattempo quell’immenso dolore reale, senza vedere alcuna soluzione all’orizzonte. Devo un grazie speciale ad Elena, una ragazza romana che ha trasformato l’energia di questo dolore in amore e compassione, creando un forum di informazione e supporto, tramite il quale ho scoperto cosa veramente avessi.
Ho lottato contro la malattia per molti anni, maledicendo il fastidio che avvertivo, soffocando dentro di me le emozioni che provavo o esternandole in modo assolutamente disfunzionale.
Nel Dicembre 2009 ho frequentato un corso di tecniche di apprendimento e memoria che per me ha rappresentato molto di più. Da questo momento in poi ho sperimentato l’importanza della conoscenza di sé e delle proprie sorprendenti risorse, appassionandomi al mondo della crescita personale. A questo sono seguiti diversi corsi intensivi ed esperienziali che mi hanno consentito di acquisire strumenti pratici per raggiungere uno stato di benessere psicofisico migliore. Ho approfondito tematiche legate ai valori, alla fisicità, al linguaggio, alle credenze personali, alla gestione delle emozioni disfunzionali e delle relazioni interpersonali, al cambiamento, alla motivazione e alle dinamiche di gruppo, imparando a cogliere i punti di forza derivanti dal confronto, dalla collaborazione e dalla condivisione.
La storia di Chiara Robustellini laurea in psicologiaA marzo 2012 mi sono laureata in Psicologia, curriculum Sviluppo ed Educazione, con il massimo dei voti, presso l’Università degli Studi di Pavia. Ho poi ottenuto l’abilitazione alla professione di Psicologa a luglio dell’anno successivo.
A questo punto sentivo di avere degli strumenti in più, alcuni aspetti della mia vita erano molto migliorati ma la serenità che appariva agli occhi degli altri non corrispondeva a ciò che provavo dentro.
La difficoltà nel trovare lavoro dopo la laurea, la sensazione di non avere abbastanza strumenti per fare ciò che avevo studiato e la paura inconscia di non essere all’altezza delle mie aspettative mi hanno spinta, poco dopo, a spostare il mio focus. Ho lavorato per un anno e mezzo in un asilo nido. È stata un’esperienza molto importante per me, sotto molti punti di vista. L’innato piacere di relazionarmi con i bambini mi ha davvero donato e insegnato tanto. Nel mentre, però, il mio stato di salute è peggiorato e così, per la prima volta, mi sono davvero fermata ad ascoltare il mio corpo che mi stava imprecando in tutti i modi di ascoltarlo.
Mi sono data del tempo per capire cosa volessi fare, ritrovando pace nella pratica dello yoga, della meditazione, avvicinandomi con curioso interesse alla psicosomatica e alla riflessologia plantare. In questo modo il mio corpo ha cominciato a dare dei veri e propri segni di guarigione e molte risposte alle domande che mi facevo da tempo sono emerse. La storia di Chiara Robustellini - L'UCE - BlessyouSì, mente e corpo non sono due compartimenti stagni ma si influenzano a vicenda, in continuazione, tramite una fantastica connessione. Ora era tutto più chiaro: mi stavo allontanando dal mio sogno, quello di diventare una Life Coach.
Tra le diverse scuole il mio cuore è andato dritto a L’UCE, la Libera Università di Crescita Evolutiva fondata da Lucia Giovannini e Nicola Riva, due trainers d’eccellenza. Grazie a loro mi sono diplomata a ottobre 2015, dopo due anni di meravigliosa formazione, come Master Practitioner Coach in PNL (Programmazione Neuro-Linguistica) e Neuro-Semantica presso l’Istituto Italiano di Neuro Semantica e tutt’ora continuo a frequentare corsi di comunicazione e crescita personale. Credo fortemente che la vita sia fatta per imparare e che, per migliorare, ci sia bisogno di continuare ad impegnarsi con costanza. Sono curiosa di sapere e di ampliare i miei orizzonti, trovo sempre qualcosa di nuovo da apprendere e da approfondire. Dall’inizio di questo percorso qualcosa è cambiato in me: quest’esperienza così pratica, ricca di contenuti e strumenti di valore, mi ha permesso di fare un profondo lavoro su di me e così è nato un altro forte desiderio, presto realizzato. Sono diventata Insegnante ufficiale Heal Your Life® – metodo Louise Hay, a novembre 2014. Gli insegnamenti di Louise Hay mi hanno permesso di dare la vera svolta e di vedere un dono nella malattia, come in ogni evento più o meno bello della vita. IMG-20151125-WA0005Ho scoperto l’intelligenza suprema del corpo che non mente mai e che, tramite i sintomi, mi ha dato la possibilità di leggere messaggi profondi e di lavorare su numerose credenze limitanti. Ho scoperto il desiderio di amarmi e di non lottare contro me stessa, l’importanza dell’intuito che si sviluppa stando a contatto con la natura, la consapevolezza che ognuno fa il meglio che può con gli strumenti che ha, il desiderio di smettere di cercare fuori di me le cause dei miei malesseri, il potere del pensiero positivo e delle affermazioni, la bellezza della riconnessione con la mia bambina interiore, la certezza che nulla è per caso, il valore di vivere in modo ecologico le mie emozioni, la forza della gratitudine, la tranquillità nel fidarmi delle persone e di ciò che la vita ha in serbo per me, la vera libertà del perdono, la profonda connessione tra tutti gli esseri viventi.
Da novembre 2015 sono anche una dei/lle 32 Coach Heal Your Life® a livello nazionale e ciò mi dà la possibilità di utilizzare questi meravigliosi strumenti anche nei percorsi di crescita individuali. Sono inoltre, da maggio 2015, Facilitatrice e Coach del Metodo Tutta Un’Altra Vita®, vera e propria guida al cambiamento ideata da Lucia Giovannini: una perfetta combinazione di lezioni, tecniche e strumenti affinati nel corso di oltre 20 anni di studio.
È così grande tutto questo che desidero fare la differenza e trasmetterlo, con infinito amore, a ogni persona che incontro nella mia vita. Adesso sento di amarmi profondamente e so che posso davvero aiutare gli altri! Prima dovevo aiutare me stessa.
Cosa è cambiato da allora ad oggi?! La consapevolezza è stata la chiave di svolta. Chi vince o chi perde in una lotta contro se stessi?
Ora dico grazie alla malattia, ma non ci sarebbe malattia senza vita. Per questo prima di tutto dico GRAZIE alla vita, il dono immenso che ho ricevuto e che mi ha permesso di diventare la persona che attualmente sono!